Aria condizionata: 10 regole per proteggersi

Aria condizionata: è spesso diventata una presenza costante per noi e anche per i nostri bambini.

Aria condizionata 10 regole per proteggersi

Questo elettrodomestico migliora le nostre giornate. Ci può aiutare a superare meglio i periodi caratterizzati da forti ondata di caldo.

Dobbiamo però fare molta attenzione. Perché l’aria condizionata può causare diversi problemi per nostra salute. Anche i bambini sono molto sensibili al suo uso.

Dobbiamo quindi seguire delle semplici regole per evitare che l’aria condizionata si trasformi in fonte di malattie.

Va usata in modo intelligente. In maniera moderata. Per evitare bruschi sbalzi di temperatura. Inoltre va evitato che il gatto di aria fredda ci colpisca direttamente.

Aria condizionata e vie aeree

Sia le alte che le basse vie aeree sono sottoposte a stress durante l’uso di aria condizionata.

Quando parliamo di alte vie aeree intendiamo il naso, la gola, il faringe e il laringe. Le basse vie aeree sono i bronchi e i polmoni.

Uno dei primi effetti di un uso non appropriato dell’aria condizionata è il raffreddore e il mal di gola. Soprattutto nei bambini.

La superficie delle alte vie aeree si secca e si disidrata. Questo favorisce la produzione di muco e l’infiammazione della loro superficie. Può anche favorire l’ingresso di microrganismi come virus o batteri.

Al raffreddore e al mal di gola si può aggiungere raucedine e laringite.

Nelle basse vie aeree le ciglia protettive delle mucose respiratorie a causa dello sbalzo di temperatura potrebbero non funzionano come dovrebbero.

Aprendo la porta a bronchiti e polmoniti.

Mal di schiena e torcicollo

A soffrire di un eccesso di aria condizionata sono i muscoli. Soprattutto se colpiti direttamente dal getto di aria fredda.

In modo particolare i muscoli del collo e della schiena.

Il freddo determina contratture muscolari dolorose.

Dolore ai muscoli del collo o della schiena. Torcicollo, cervicalgia e mal di testa seguono a ruota.

Problemi agli occhi

I nostri occhi sono molto delicati e aria troppo fredda o assenza totale di umidità possono causare secchezza e congiuntiviti.

In questi casi sono molto utili le lacrime artificiali, i colliri e impostare correttamente il tasso di umidità.

Che non deve essere inferiore al 65%.

Disturbi gastrointestinali

Anche la muscolatura del nostro apparato gastrointestinale viene colpita.

A livello dello stomaco, con difficoltà di digestione, dolore di stomaco e blocchi di digestione.

A livello dell’intestino con mal di pancia e coliche addominali.

La prima regola è indossare qualcosa quando si entra in questi luoghi o coprire almeno la pancia con un asciugamano o una sciarpa.

Mal di testa e di orecchie

Eccesso di freddo può essere responsabile di mal di testa per contrattura della muscolatura che la riveste.

La secchezza e il freddo possono poi provocare infiammazione della membrana del timpano. Causare quindi dolore all’orecchio.

In alcuni casi il muco prodotto dal naso attraverso la tuba di Esutacchio può arrivare nell’orecchio medio.

Ci troviamo di fronte ad una otite media acuta.

Il rischio filtri

Un altro importante pericolo dell’aria condizionata è rappresentato dai filtri del nostro condizionatore/climatizzatore.

Una buona manutenzione dell’apprarecchio è consigliata da tutti i produttori e rivenditori.

All’interno dei filtri, infatti, si possono annidare allergeni e piccoli microrganismi.

Che a lungo andare possono dare problemi alla nostra salute.

Pollini che si sono depositati durante la primavera possono dare vita a reazioni allergiche intense.

Considerando che spesso siamo chiusi in ambienti piccoli. E non si ha ricambio d’aria.

Per quanto riguarda i microrganismi il più pericoloso è la legionella pneumophila.

Questo batterio che si annida nei filtri causa una polmonite nota come la malattia del legionario.

La legionella è una forte infezione polmonare che causa non pochi fastidi e che si cura con antibiotici.

Se vogliamo evitare di assumere farmaci dobbiamo prestare particolare attenzione non solo ai filtri ma anche eventuali accumuli d’acqua e di condensa.

Prevenzione: 10 semplici regole

Ecco 10 regole per usare l’aria condizionata soprattutto se sono presenti bambini:

  1. Scegliamo sempre un climatizzatore, che raffredda l’aria e toglie l’umidità
  2. Non esageriamo con le temperature: togliamo solo qualche grado da quello esterno, per non avere sbalzi nocivi
  3. Evitiamo gli sbalzi di temperatura
  4. Non usiamo l’aria condizionata di notte
  5. Ricordiamoci di pulire i filtri
  6. Di fare la giusta manuntenzione 
  7. Attiviamo sempre la funzione deumidificatore, utile anche in inverno
  8. Non teniamo l’aria condizionata accesa tutto il giorno ma il meno possibile
  9. I bocchettoni non devono mai puntare direttamente sui bambini
  10. In auto evitate temperature polari, meglio il finestrino aperto per brevi tragitti

Cosa abbiamo imparato

In estate spesso usiamo l’aria condizionata per sopportare il caldo intenso.

Dobbiamo però usarla avendo sempre in mente alcune semplici regole.

Questo per evitare il freddo eccessivo e il flusso di aria diretto sul corpo.

Soprattutto se ci sono dei bambini.

Ci possiamo così evitare i possibili danni da aria condizionata e goderci tutti i suoi benefici.


Se clicchi sulle frasi azzurre sottolineate si apre un link.
Se hai trovato interessante questo articolo condividilo oppure

Lascia commenti ed idee sul post