Ibuprofene, nurofen: facciamo grande attenzione al dosaggio

Ci capita molto spesso di usare il farmaco ibuprofene.

Ibuprofene facciamo grande attenzione al dosaggio

Per noi e per i nostri bambini.

Il principio attivo ibuprofene ha un’azione antifebbrile, antidolorifica, antinfiammatoria.

E’ il farmaco con cui in età pediatrica si può sostituire il paracetamolo (tachipirina).

Rientra nella famiglia dei farmaci antinfiammatori non steroidei (FANS).

In corso di trattamento con ibuprofene gli effetti avversi di più frequente osservazione sono di natura gastrointestinale.

Comprendono dispepsia, nausea, vomito, epigastralgie, flatulenza, diarrea o costipazione, dolore addominale.

Come tutti i farmaci antinfiammatori non steroidei ha un’azione lesiva sulla parete dell’apparato gastrointestinale.

Può quindi provocare emorragie gastrointestinali. Riattivazione o favorire la comparsa di ulcere gastriche.

Più raramente sono segnalati altri disturbi quali vertigine, cefalea, sonnolenza.

Il consiglio è quello di assumerlo sempre a stomaco pieno.

Si deve assumere ogni 8 ore. Quindi non più di tre volte al giorno.

E’ commercializzato sotto diversi nomi:

  • Brufen
  • Arfen
  • Moment
  • Nurofen
  • Pedea

Nella stragrande maggioranza dei casi, soprattutto nei bambini, viene utilizzato per la presenza di febbre.

Quanto darne ai bambini

Nell’adulto esistono le compresse.

L’unica regola da seguire è quello di non superare le 3 dosi al giorno a stomaco pieno.

Nel bambino le cose si complicano un poco di più.

Come tutti i farmaci il dosaggio cambia in base al peso.

Conviene quindi sempre farlo prescrivere dal pediatra di fiducia.

Il dosaggio corretto come analgesico e antipirettico è di:
5-10 mg/kg/dose ogni 8 ore, dose massima 40 mg/kg/die

Formulazioni pediatriche di ibuprofene

La formulazione pediatrica di eccellenza è lo sciroppo. Può infatti essere facilmente dosato in base al peso del bambino.

La formulazione più conosciuta ed usata è il nurofen sciroppo pediatrico.

La vecchia e la nuova formulazione

Qui dobbiamo fare molta attenzione.

Infatti in farmacia e in parafarmacia troviamo due sciroppi di nurofen.

La vecchia formulazione Nurofen 100 sciroppo bambini e la nuova  formulazione Nurofen 200 sciroppo per bambini.

Va fatta molta attenzione perchè le due formulazioni hanno concentrazioni molto diverse di farmaco.

Il rischio sovradosaggio è sempre dietro l’angolo.

E’ fondamentale che tutti i genitori siano informati di ciò.

Perché può accadere, per errore, che un bimbo assuma la solita dose di Nurofen assunta già tantissime altre volte.

Per leggerezza o distrazione però in farmacia si è acquistato il nuovo formato di Nurofen 200. Anzichè il classico Nurofen 100.

Il bimbo finirà per assumere una quantità di ibuprofene esattamente doppia rispetto alla norma.

Se tale errore persiste nei giorni, aumentaranno ovviamente i rischi di disturbi gastrici oltre che di sovraccarico renale legati a questo farmaco.

L’invito per tutti è chiarire sempre bene al farmacista quale formato di Nurofen sciroppo si intende acquistare.

Dovete inoltre chiedere al vostro pediatra di specificare sulla ricette se si riferisce al Nurofen 100 oppure 200.

Il giusto dosaggio del Nurofen 100 e del Nurofen 200

NUROFEN 100: quello classico, scatola arancione, concentrazione 100mg/5ml.

La dose minima corrisponde al peso diviso 3 (in ml) mentre la dose massima corrisponde al peso diviso 2 (in ml).

Esempio: se pesa 15 Kg la dose minima sarà 5 ml mentre la dose massima 7,5 ml.

Tali dosi possono essere assunte ogni 8 ore. Per una massimo di 3 volte al giorno.

NUROFEN 200: quello nuovo, scatola rossa, concentrazione 200mg/5ml.

Le dosi minima e massima vanno calcolate esattamente come sopra riportato per il Nurofen 100.

Ricordandosi però di dimezzare alla fine la quantità in ml ottenuta.

Tali dosi possono essere assunte ogni 8 ore. Per un massimo di 3 volte al giorno.

Quando e’ utile acquistare nurofen 200 anziché nurofen 100?

Se il vostro bimbo pesa più di 30 Kg può risultare molto più comodo acquistare il Nurofen 200 anzichè 100.

Infatti sopra i 30 Kg nel caso in cui il pediatra prescriva la dose minima il bimbo si troverà a dover ingurgitare dai 10 ml a salire circa di sciroppo. Ancora di più se prescrive la dose massima.

Grazie al formato Nurofen 200 riusciremo invece a dimezzare tutte le dosi. Rendendo più pratica e comoda la terapia al bambino e alla famiglia.

Cosa abbiamo imparato

L’ibuprofene è un farmaco di largo impiego in età pediatrica.

Dobbiamo prestare molta attenzione al corretto dosaggio per chilo di peso.

Inoltre con la nuova formulazione di nurofen sciroppo pediatrico 200 dobbiamo fare una grande attenzione alla diluizione del farmaco.

Se confondiamo la formulazione 100 con la 200 possiamo dare al nostro bambino troppo farmaco.

Con tutti i rischi del caso.


Se clicchi sulle frasi azzurre sottolineate si apre un link.

Lascia commenti ed idee sul post