Soffocamento da cibi: come evitare questo pericoloso rischio

Il soffocamento dovuto al cibo tra i bambini è un problema importante.

Soffocamento da cibi come evitare questo pericoloso rischio

Tanto che il Ministero della Salute ha stilato un documento che dovrebbero consultare tutte le famiglie: le linee di indirizzo per la prevenzione del soffocamento da cibo in età pediatrica.

Contiene delle raccomandazioni con specifici interventi concreti ed effettivamente realizzabili ed un set di regole principali per un pasto sicuro.

Il dato è allarmante: ogni anno sono all’incirca 1000 i bambini italiani che arrivano in ospedale con problemi di soffocamento e di questi, tra il 60 % e l’80 % derivano dall’alimentazione.

Il documento è stato redatto da un Gruppo di lavoro multidisciplinare. Istituito presso la Direzione Generale per l’igiene e la sicurezza degli alimenti e la nutrizione (DGISAN).

In collaborazione con il Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca (MIUR), le Associazioni di categoria e con ricercatori esperti in materia.

Partendo dalla preparazione degli alimenti (domestica e relativa alla ristorazione) ed arrivando a considerare gli aspetti comportamentali del bambino durante i pasti.

Il documento aiuta chi si occupa di un bambino piccolo a conoscere tutti gli alimenti che possono diventare un pericolo e portare a un rischio di soffocamento.

Ne consigliamo la lettura a tutti.

Problema dai numeri importanti

Il soffocamento da corpo estraneo costituisce una delle principali cause di morte nei bambini di età inferiore ai 3 anni.

La quota di incidenti rimane elevata fino ai 14 anni di età.

Viene stimato che, in Europa, ogni anno, 500 bambini muoiano soffocati.

In Italia ci sono circa 1000 ospedalizzazioni all’anno per questo problema.

Gli alimenti costituiscono una delle cause principali di soffocamento in età pediatrica.

Tra il 60% e l’80% degli episodi di soffocamento è imputabile al cibo.

Perché il rischio di soffocamento è più elevato nei bambini

La fascia di età in cui i bambini sono esposti a un maggior rischio di soffocamento da cibo è quella tra gli 0 e i 4 anni.

Questo è dovuto  a diversi fattori:

Alimenti pericolosi: caratteristiche

Gli alimenti più pericolosi nell’età che va da 0 a 14 anni sono gli ossicini di pollo e le lische di pesce (32%). Seguiti dalle noccioline (22%) e dai semi (16%).

Tuttavia, gli alimenti che causano più spesso questo tipo di incidenti non sono gli stessi che causano le conseguenze più severe.

Uno studio condotto in 26 ospedali canadesi e statunitensi ha mostrato come i wurstel si associno più spesso a episodi fatali.

Gli alimenti pericolosi condividono particolari caratteristiche di forma, consistenza e dimensioni.

Per quanto riguarda le dimensioni gli alimenti piccoli (es. noccioline e semi) rischiano di finire nelle vie respiratorie prima che il bambino riesca a morderli.

Gli alimenti troppo grandi (es. grossi pezzi di frutta e verdura cruda) sono pericolosi in quanto sono difficili da gestire durante la masticazione.

Quella tonda (es. ciliegie e uva) e quella cilindrica (es. wurstel e carote) sono le forme più pericolose poiché queste tipologie di alimenti.

Se aspirati, possono bloccarsi nell’ipofaringe. Ostruendo completamente il passaggio dell’aria.

Per quando riguarda le consistenze, quelle più pericolose, sono quella dura, quella appiccicosa (es. burro d’arachidi), quella fibrosa (es. sedano) e quella comprimibile
(es. wurstel e marshmallow).

Gli alimenti duri e fibrosi sono difficili da masticare per la fisiologica mancanza di denti del bambino.

Gli alimenti comprimibili possono scivolare nelle vie aeree prima che il bambino riesca a morderli. Si adattano inoltre alla forma dell’ipofaringe ostruendo il passaggio dell’aria.

Gli alimenti appiccicosi risultano difficili da rimuovere se rimangono bloccati nelle vie aeree, una volta aspirati.

Quasi la metà delle inalazioni da corpo estraneo si è verificata sotto la supervisione dell’adulto.

Questi risultati denotano una scarsa conoscenza, da parte degli adulti responsabili della supervisione del bambino, del problema del soffocamento da cibo.

I suggerimenti per ridurre il rischio di soffocamento a tavola

Le linee suggeriscono che sia possibile offrire al bambino gli alimenti pericolosi in modo tale da minimizzare il rischio di soffocamento. Ovviamente devono essere opportunamente preparati.

Si raccomanda  di adottare semplici regole di preparazione.

Per modificare la forma dei cibi. Per esempio tagliare gli alimenti cilindrici a listarelle. Quelli tondi in quarti.  

Modificare la consistenza. Per esempio eliminare nervature e filamenti. Oppure cuocere i cibi fino a quando diventano morbidi.

Le dimensioni, es. tagliare in pezzi piccoli o tritare/grattugiare gli alimenti pericolosi.

Le eccezioni sono rappresentate da: frutta a guscio, semi, caramelle e gomme da masticare.

Questi sono sconsigliati per i bambini fino ai 4 anni di età circa. A causa dell’elevato rischio di aspirazione a cui si associano

Regole comportamentali

Oltre alle indicazioni per la preparazione degli alimenti, si suggeriscono semplici regole comportamentali da osservare quando il bambino mangia.

Il bambino deve mangiare a tavola, seduto con la schiena dritta. In un ambiente possibilmente rilassato e tranquillo..

Provvedere alla sorveglianza/supervisione del bambino mentre mangia.

Incoraggiare il bambino a mangiare lentamente, a fare bocconi piccoli e a masticare bene prima di deglutire.

Dare al bambino alimenti appropriati al suo livello di sviluppo.

Il bambino non deve mangiare mentre gioca, è distratto dalla tv o da videogiochi, corre o si trova in un veicolo in movimento (es. automobile).

Evitare distrazioni e non dare alimenti al bambino mentre sta piangendo o ridendo.

Mai lasciare il bambino da solo mentre sta mangiando.

Non forzare il bambino a mangiare.

Ne dare alimenti difficili da masticare o inappropriati al grado di maturazione del bambino.

Cosa abbiamo imparato

In età pediatrica il rischio di soffocare per un alimento che scivola nelle vie aeree è molto alto.

Soprattutto tra i bambini di età compresa tra gli 0 e i 4 anni.

Tutti i genitori dovrebbero seguire semplici regole per evitare che questo possa accadere.

Queste regole sono riassunte nelle linee di indirizzo per la prevenzione del soffocamento da cibo.

Possono sembrare raccomandazioni banali. Ma possono salvare la vita del tuo bambino.

Pensiamoci bene.

Trovi le linee guida qui.


Se clicchi sulle frasi sottolineate si apre un link.
Prenota una visita pediatrica a domicilio

Lascia commenti ed idee sul post