Sudamina: le macchie pruriginose dovute al caldo

Con l’arrivo del caldo possiamo trovarci di fronte alla sudamina.

Sudamina le macchie pruriginose dovute al caldo

Colpisce soprattutto i piccoli bambini, che hanno una pelle più delicata. Ma anche bimbi di ogni età, adolescenti ed adulti.

Il sintomo principale è la comparsa sulla pelle di piccole macchiette rosse diffuse.

Il nome scientifico della sudamina è miliaria.

E’ un’infiammazione della pelle causata dall’ostruzione delle ghiandole sudoripare.

A causa dell’ostruzione delle ghiandole che lo producono il sudore non evapora.

Ristagna negli strati superficiali della pelle.

Questo provoca una difficoltà nello smaltimento dei sali e degli acidi che vengono espulsi attraverso il sudore.

La conseguenza è la comparsa di puntini rossi. Spesso (ma non sempre) è caratterizzata da un intenso prurito.

La pelle diventa rossa e ruvida al tatto unitamente alla comparsa di piccoli puntini.

La sudamina si manifesta nella zona del corpo dove la pelle è più coperta e suda maggiormente. Come ad esempio schiena, pancia e inguine.

Oppure frequentemente anche al viso.

Tra i fattori favorenti la comparsa della sudamina ricordiamo:

  • sudorazione eccessiva, soprattutto legata al clima caldo
  • attività fisica
  • vestiti troppi aderenti
  • vestiario eccessivo
  • uso di alcune creme per la pelle, che hanno un effetto occlusivo
  • sovrappeso e obesità

Le forme di sudamina

Esistono tre forme principali di sudamina, caratterizzate da sintomi più o meno evidenti.

Sono la sudamina:

  1. rubra: è il tipo più diffuso di sudamina. L’ostruzione dei dotti delle ghiandole sudoripare causa il rilascio di sudore negli strati medi della pelle. Ciò che si verifica è una locale reazione infiammatoria. Con vescicole puntiformi e che provocano prurito. La zona colpita è arrossata e ruvida
  2. cristallina: forma di sudamina che interessa le aree cutanee più superficiali. Questa è la manifestazione più leggera del disturbo ed è localizzata a livello superficiale. Le vescicole, sempre puntiformi, non sono infiammate. Quindi spesso possono non esserci prurito e rossore
  3. profonda: è la manifestazione più grave di sudamina. L’ostruzione dei dotti delle ghiandole sudoripare è avvenuto negli strati profondi dell’epidermide. Questo tipo di disturbo si presenta con papule di dimensioni più grandi rispetto alle altre forme di sudamina. Localizzate ad un livello più profondo. Spesso possono essere causa di bruciore o dolore e sfociare nella formazione di piaghe cutanee

Quanto dura la sudamina

Va premesso che ogni bambino rappresenta un caso a parte per via delle proprie personali caratteristiche. Possiamo però dire che, se trattato efficacemente, lo sfogo scompare nel giro di qualche giorno

Cosa fare

Innanzitutto, considerato che la causa scatenante è la mancata eliminazione del sudore, bisogna evitare tutte le situazioni che ostacolano il normale flusso del sudore sulla pelle.

Il primo consiglio quindi è evitare assolutamente tutti i tessuti non traspiranti.

I bambini vanno vestiti con abiti con fibre naturali traspiranti, soprattutto cotone e lino. Questo consiglio vale anche per gli adulti.

In secondo luogo, per quanto possibile bisogna cercare di stare in luoghi freschi e ventilati, soprattutto, poco umidi.

Ovviamente se ci sono 40 gradi all’ombra questa diventa una missione impossibile.

Ma cercate comunque di farlo.

L’aria condizionata per refrigerare gli ambienti non è vietata, ma va usata con il dovuto buon senso.

Non occorrono temperature polari, basta deumidificare.

Effettuate di frequente il ricambio d’aria nell’ambiente in cui vivete.

Asciugate le parti del corpo soggette ad irritazione.

Fategli dei bagnetti freschi utilizzando dei prodotti per l’igiene non troppo aggressivi, magari a base di ingredienti biologici, per andare sul sicuro.

Se non è necessario, non spalmare sulla pelle creme e unguenti, specialmente i prodotti occlusivi.

Come intervenire se compaiono le macchie sulla pelle

Il punto importante è alleviare la sensazione di prurito e fastidio.

Potete ad esempio fare un bagnetto rinfrescante al vostro piccolo. Con la temperatura dell’acqua più bassa rispetto a quella che usate normalmente per lavarlo.

Potete anche non usare detergenti, ma al massimo scegliere nell’acqua tiepida un cucchiaio di bicarbonato che rinfresca la pelle.

Sulle puntine potete passare un leggerissimo strato di crema idratante. Fate in modo che non sia troppo pastosa, ma molto morbida, in modo che si assorba facilmente.

Il talco mentolato può ostruire ancora di più le ghiandole sudoripare e peggiorare la sudamina.

Per i farmaci evitate il fai da te.

Eventuali antistaminici per alleviare il prurito vanno prescritti solo ed esclusivamente dal pediatra  o dal medico di fiducia.

Complicanza

Per causa della sudamina si possono sviluppare delle infezioni della pelle.

In questi casi si ha un peggioramento del gonfiore, dell’arrossamento e delle eventuali sensazioni dolorose.

Il paziente prova una sensazione di calore nella zona interessata dalle macchie rosse. Le papule cominciano a rilasciare del pus.

Può subentrare la febbre e si ha l’ingrossamento dei linfonodi delle ascelle, del collo o dell’inguine.

Cosa abbiamo imparato

La sudamina o miliaria è un’infiammazione della pelle dovuta all’ostruzione delle ghiandole sudoripare.

Molto frequente in estate soprattutto nei bambini più piccoli. Che hanno la pelle delicata.

Spesso si associa a prurito.

Bagnetti rinfrescanti e qualche consiglio sull’abbigliamento e l’ambiente  sono la terapia più importante.

In alcuni casi possono essere utili antistaminici per il prurito.


Se clicchi sulle frasi azzurre sottolineate si apre un link.
Se hai trovato interessante questo articolo condividilo oppure

Lascia commenti ed idee sul post