Al mio bambino sanguina spesso il naso: cosa devo fare?

Soprattutto nelle ultime settimane questa domanda mi viene posta molto spesso: al mio bambino sanguina spesso il naso, cosa devo fare?

Al mio bambino sanguina spesso il naso cosa devo fare

Infatti con il gran caldo, molti bambini occasionalmente perdono sangue dal naso, spontaneamente o in seguito a piccoli traumi. Il sanguinamento può essere frequente.

La causa è la presenza di sottili vene superficiali nella mucosa del naso che con il caldo si dilatano e possono rompersi.

Cosa fare:

  • non spaventarsi
  • prima di tutto va valutato quanto è frequente il fenomeno con il vostro pediatra
  • se è frequente e i sanguinamenti sono importanti va valutato se c’è una anemizzazione attraverso l’esecuzione di un prelievo di sangue che ci mostri i livelli di emoglobina.
  • in caso vi sia una riduzione di emoglobina (dopo aver escluso le altre cause di anemia) è indicata la cauterizzazione delle piccole vene (vengono praticamente bruciate).
  • se l’emoglobina è normale va valutata la frequenze e se questa è eccessiva si può decidere con il vostro pediatra e la consulenza di un otorinolaringoiatra di cauterizzare le vene.

Cosa dobbiamo invece fare quando il bambino sta sanguinando:

Per prima cosa è consigliabile cercare di tranquillizzare il bambino, piegare la sua testa in avanti tenendo il busto eretto e stringere le narici tra indice e pollice per 5 minuti. Non tenete il bambino con la testa reclinata all’indietro, il sangue non deve scorrere in gola, perché in tal caso potrebbe provocare il vomito e peggiorare l’emorragia.

Dopo 5 minuti lasciate la stretta delle narici e controllate se la fuoriuscita di sangue si è arrestata (di solito 5 minuti sono sufficienti). Se così non fosse continuate a stringere le narici tra indice e pollice per ulteriori 5 minuti.

Non è particolarmente utile mettere panni umidi o ghiaccio, soprattutto se ciò irrita e innervosisce ulteriormente il bambino. Inoltre non dovete mai lavare il naso del bambino né infilare del cotone idrofilo nella narice (i filamenti dell’ovatta vengono inglobati nei coaguli e quando in un secondo tempo rimuoverete il cotone toglierete, per così dire, il tappo che trattiene il sangue e l’emorragia riprenderà nuovamente.

Se dopo i vari tentativi il sangue non si arresta è consigliabile richiedere l’intervento del medico.


Se hai trovato interessante questo articolo condividilo oppure

No Responses

Lascia commenti ed idee sul post