Una macchina italiana per la dialisi dei neonati

Si chiama CARPEDIEM, acronimo di Cardio-Renal Pediatric Dialysis Emergency Machine.

Una macchina italiana per la dialisi dei neonati

In effetti cogliere l’attimo secondo la massima del poeta latino Orazio e riprendere per i capelli la vita di un neonato è quello che questa macchina riesce a fare.

L’hanno inventata i medici dell’Ospedale San Bortolo di Vicenza, guidati da Claudio Ronco. Si tratta in sostanza di una macchina miniaturizzata per la dialisi.

Nei casi in cui il rene non funziona, per depurare il sangue si utilizza la dialisi.

Finora, quando era necessario sottoporre un neonato o bambino piccolo a questa procedura per depurare il sangue in caso di malfunzionamento dei reni, l’unica possibilità era adattare uno degli apparecchi per adulti.

Cosa non sempre semplice, e che a volte crea complicazioni ulteriori. In un lavoro durato cinque anni, il gruppo di medici, finanziato dall’Associazione Amici del Rene di Vicenza, ha provato a svilupparla.

Ad agosto dell’anno scorso, c’è stata l’occasione per sperimentarla la prima volta su una bambina, come i ricercatori riferiscono sulla rivista medica The Lancet.

La neonata, durante un parto difficile, aveva avuto un’emorragia e poi altre gravi complicazioni, tra cui un blocco renale.

A tre giorni dalla nascita, è stata attaccata alla nuova macchina, e dopo venti giorni, con i reni di nuovo funzionanti, ha potuto farne a meno.

Senza la macchina per la dialisi miniaturizzata, è probabile che la bimba non si sarebbe salvata.

Qui l’articolo uscito da poco sulla prestigiosa rivista Lancet:

Ronco C, Garzotto F, Brendolan A, Zanella M, Bellettato M, Vedovato S, Chiarenza F, Ricci Z, Goldstein SL.

Continuous renal replacement therapy in neonates and small infants: development and first-in-human use of a miniaturised machine (CARPEDIEM).

Lancet. 2014 May 24;383(9931):1807-13. doi: 10.1016/S0140-6736(14)60799-6.


Se clicchi sulle frasi sottolineate si apre un link.
Se hai trovato interessante questo articolo condividilo oppure

Lascia commenti ed idee sul post

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: